Sempre più spesso si sente parlare del lighting designer, un professionista che si occupa di illuminazione non solo per quello che riguarda la parte tecnologica ma che unisce anche la sfera emozionale e dinamica. Per capirci meglio, il lighting designer è il responsabile dell’illuminazione in teatro, ad un concerto o in tutti quegli eventi in cui la luce non deve solamente illuminare ma anche emozionare.

 

Architetti, ingegneri ed esperti del design, da diverso tempo offrono ai loro clienti anche questo tipo di assistenza, qualificandosi come professionisti della luce o lighting designer. Io lo definirei il direttore d’orchestra delle luci, nel vero senso della parola. Si tratta di quel professionista che parla poco ma che attraverso la sua abile direzione è in grado di trarre il meglio della luce in termini di efficienza, dinamicità e soprattutto riesce a fare interagire la luce con lo spazio in modo da creare armonia.

 

Il lighting designer non fa solo luce ma crea soluzioni sartoriali per te

Il direttore d’orchestra coordina i maestri che suoneranno per lui. Il lighting designer infatti deve coordinare le varie maestranze che saranno presenti in cantiere in modo che il suo progetto illuminotecnico (spartito musicale) sia facile da interpretare e pratico di realizzare. Il direttore d’orchestra migliora la performance di chi suona.